CONTRATTI DI COMODATO GRATUITO
Una soluzione per ospitare amici e parenti.

Il comodato gratuito, se viene stipulato fra parenti di primo grado (genitori e figli o viceversa) può offrire la possibilità di uno sconto sull'IMU.

Quindi è preferibile che i figli, ove ci sia la possibilità, vadano a vivere in immobili di proprietà della famiglia.

Ovviamente l'altro vantaggio è di non rischiare di avere inquilini poco affidabili, nonché la possibilità di mantenere in buone condizioni sia l'immobile che gli arredi.

Un immobile mantenuto in buone condizioni, aumenta il suo valore di locazione, quindi quando poi i figli si trasferiranno altrove, potremo presentare una soluzione abitativa sicuramente graziosa, comoda, ben tenuta.

Come registrare un comodato? Una volta il comodato poteva essere anche un semplice contratto verbale, oggi è invece obbligatoria la redazione del testo e la sua registrazione, non come locazione atipica, come alcuni ritengono, ma come semplice scrittura privata.

Il costo della registrazione di un comodato è lo stesso di un preliminare di compravendita e di qualsiasi altro atto fra vivi: 200 euro, da pagarsi ENTRO 20 GIORNI dalla data di stipula, altrimenti ci sono sanzioni, in doppia copia in bollo, 16 euro ogni 100 righe.

Il pagamento si effettua con modello F23 e codice tributo 109T.
va anche redatto il modello 69 messo a disposizione dell'Agenzia delle Entrate, in duplice copia.
Il modello 69 può essere scaricato qui:

Hai dei dubbi?

Se non hai trovato la risposta che cercavi contattaci,
informazioni gratuite e senza impegno.
Se preferisci chiamarci contattaci al numero 3404901249